Schick è al lavoro: il rilancio passa anche dall’hockey

L’attaccante si allena su respirazione e metabolismo per partire al top. Il trainer: “Sarà più forte”

di Redazione, @forzaroma

Lunedì scorso Schick ha pubblicato una storia su Instagram con un video in cui stava effettuando un allenamento specifico sulla respirazione, ricordano Pugliese e Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport“. L’attaccante sta lavorando da giorni con Michal Bretenar, 34 anni, un allenatore ceco di hockey e boxe che gli ha stilato un programma di lavoro ad hoc che Schick sta svolgendo tutti i giorni presso la palestra Kondicni Trener, al centro di Praga. Un lavoro aerobico e metabolico di preparazione al ritiro e di prevenzione ad eventuali infortuni. “Per me il calcio è un’eccezione, è la prima volta che alleno un giocatore – dice lo stesso Bretenar – Con Patrik stiamo svolgendo degli allenamenti respiratori, con dei lavori metabolici propedeutici a quello che poi andrà fare durante la preparazione pre-campionato. Poi fa tutta una serie di esercizi sulla cyclette e di stretching“. Lavori che fanno parte del programma Stretch&Conditioning, con accelerazioni e decelerazioni sulla cyclette alternati ad esercizio di allungamento muscolare. Un lavoro che dovrebbe mettere Schick nelle condizioni migliori per l’avvio della stagione.

Schick vuole cancellare le delusioni della scorsa stagione e prendersi una serie di rivincite. Anche personali, anche su se stesso, perché sa quanto può dare e sa che la scorsa stagione, per tutta una serie di motivi, non è riuscito a rendere come avrebbe dovuto. “Patrik è un fuoriclasse e lo dimostrerà, puntate su di lui – ha detto di recente anche il d.s. Monchi –. Lo scorso anno a inizio stagione ha avuto un problema fisico, che non gli ha permesso di essere al 100%, ma credo che lo troveremo molto più preparato. Conosciamo le sue qualità“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy