Salah? Sala. Roma? Verona. Falsa partenza per Garcia

In attacco soltanto Dzeko mostra la sua personalità, mentre Gervinho non dialoga col bosniaco e Salah appare ancora non sintonizzato con il resto

di Redazione, @forzaroma

Un’indicazione è sicuramente uscita fuori dal match di ieri tra Roma e Verona: i giallorossi di Garcia hanno bisogno di sistemarsi in quasi tutti i reparti.

Il pareggio, secondo La Gazzetta dello Sport, è un risultato giusto. All’1-0 di Jankovic risponde prontamente Florenzi con una gran botta da fuori, su cui c’è sicuramente il concorso di colpa del portiere Rafael. La Roma, però, non riesce a trovare il consueto sprint. In attacco soltanto Dzeko mostra la sua personalità, mentre Gervinho non dialoga col bosniaco e Salah appare ancora non sintonizzato con il resto.

Per aiutare l’attacco, Garcia sposta spesso Pjanic da centro destra a trequartista. Nella ripresa la mossa serve, con il bosniaco più vicino alla porta e al tiro, ma prima l’accentramento provoca un vuoto a destra talmente visibile che i tifosi romanisti vorrebbero gridarlo a Rudi.

Dzeko e Szczesny, i due nuovi arrivati dalla Premier League, sono sicuramente tra i migliori. Il polacco riesce per ben tre volte a sbrigliare situazioni complicate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy