Salah non si vuole fermare: “Gol per la Scarpa d’oro”

Parla l’egiziano: “Volevo tornare in Premier per dimostrare che si erano sbagliati”

di Redazione, @forzaroma

Jurgen Klopp si può permettere una bugia: «Penseremo alla Roma solo dopo la partita con il West Bromwich Albion». Anche tra i Reds è scattata l’operazione-Champions, scrive Stefano Boldrini su “La Gazzetta dello Sport“. Il conto alla rovescia è cominciato: tre giorni alla semifinale dell’Anfield contro la Roma. Il problema, per Klopp, è che gli infortuni di Matip, Lallana, Can e Clyne limitano il turn over. Per questa ragione, il manager tedesco cercherà oggi di gestire bene le risorse.

Salah rappresenta il centro di gravità del mondo Liverpool: i 40 gol stagionali – 30 in Premier – lo hanno consacrato nuova star dei Reds. Intervistato da Sky, l’egiziano ha spiegato: “La mia crescita è frutto del lavoro quotidiano e della maturazione fisica. Quando arrivai in Inghilterra non avevo la forza e i muscoli di oggi. L’esperienza italiana mi ha migliorato. La parte più difficile della mia carriera è stata il Chelsea. Ho giocato poco, ho avuto chance ridotte. Quando andai via, promisi che un giorno sarei tornato per dimostrare a qualcuno che aveva sbagliato sul mio conto. Quassù a Liverpool sta andando tutto benissimo, ma è stato fondamentale il contributo della squadra. Ora, è chiaro, voglio ottenere il massimo, segnare ancora e concorrere per la Scarpa d’oro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy