Rugani, ora è stop. Kalinic si avvicina, spunta Yaremchuck

Rugani, ora è stop. Kalinic si avvicina, spunta Yaremchuck

Sul centrale valutazioni diverse. L’attaccante croato pronto ad arrivare se Schick va al Lipsia. La punta ucraina piace a Petrachi

di Redazione, @forzaroma

La frenata su Daniele Rugani è diventato uno stop improvviso, anche se poi si può sempre ripartire, dipenderà anche da cosa succederà altrove. L’interesse per Nikola Kalinic sta invece diventando una trattativa, con la Roma seriamente intenzionata a portare a casa l’attaccante croato, scrive Andrea Pugliese su “La Gazzetta dello Sport”.

Su Rugani, dunque, da ieri è tutto fermo. L’impressione è che Roma e Juventus non si siano capite, per così dire. A Trigoria erano convinti di fare un’operazione da 23-25 milioni di euro, inclusi i ragazzi (Riccardi e Celar). La Juve invece valuta Rugani di più, circa 35 milioni. Ballano quindi una decina di milioni cash che la Roma in questo momento non ha. O non vuole spendere. E chissà allora che i giallorossi non riallaccino nei prossimi giorni i fili per Lovren. Diversa invece la situazione che porta a Kalinic, che può arrivare in giallorosso con un prestito con diritto di riscatto a 8-9 milioni. Insomma, l’operazione è conveniente per la Roma e per il giocatore. Che però può arrivare solo in caso di uscita di Schick (il Lipsia sembra essere ad un passo). Da ieri, poi, gira forte intorno alla Roma anche il nome di Yaremchuk, attaccante ucraino del Gent che può giocare in tutti e tre i ruoli e che costa appena 4-5 milioni.

In questi giorni Petrachi sta provando a risolvere anche le situazioni in uscita. Coric è oramai ad un passo dal prestito (con di diritto di riscatto) all’Almeria, mentre Defrel è vicino alla Sampdoria (prestito con diritto di riscatto a 15 milioni), ma la Roma dovrà contribuire all’ingaggio. Gonalons, infine, sta ancora trattando con il Besiktas.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy