Roma, Zaniolo chiede spazio per sfidare il suo passato

È cresciuto nelle giovanili del club viola, ma poi non fu confermato. Fonseca: “I problemi sono risolti”

di Redazione, @forzaroma

Proprio l’ultimo caso a cui allenatore e dirigenza hanno dovuto fare fronte, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, ha dimostrato come Nicolò Zaniolo paia imprescindibile per il futuro giallorosso.

Lo straordinario gol messo a segno contro la Spal, infatti, è parso quasi un punto esclamativo a giorni di tensioni per fortuna esauritesi. “Ho sempre detto la verità e per me non c’è nessun problema. – spiega Paulo Fonseca in versione pompiere -. Questo tipo di situazioni ci sono in tutte le squadre. L’importante è risolvere le cose. Abbiamo parlato fra noi e ora è tutto risolto“.

Così bene che il portoghese prova a reprimere persino la tentazione di schierarlo già titolare, cosa che naturalmente non è più successa da quel maledetto 12 gennaio, in cui il ginocchio destro del ragazzo ha fatto crac. “E’ vero che Zaniolo è stato molto bene nell’ultima partita, ma non possiamo dimenticare che negli ultimi giorni prima dell’ultima partita non si è allenato molto. E poi ha giocato, per la verità anche bene. Decideremo a ridosso della partita, perché vogliamo gestirlo bene dopo sei mesi di infortunio“. E in questo caso a fargli posto sarebbe Pellegrini.

In ogni caso, pensando a queste gare come un rodaggio per l’Europa League, c’è comunque la certezza che uno spezzone di partita, come è quasi sempre accaduto. Zaniolo stasera la giocherà. Peraltro, per il ragazzo sarà anche una sorta di tutto nel passato, visti i sei anni trascorsi nelle giovanili viola. La società con tutta probabilità non si accorse di che pepita d’oro aveva nel proprio sacco e il divorzio avvenuto nel 2016, quando il ragazzo aveva appena 17 anni, rischiò di privare il nostro calcio di un talento vertiginoso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy