Roma, ora sorridi: il timido Robin è diventato Batman

Roma, ora sorridi: il timido Robin è diventato Batman

Olsen ha brillato anche contro la Russia in nazionale. Crisi alle spalle: il Cska è avvisato

di Redazione, @forzaroma

Ufficiale: Robin è diventato Batman. D’altronde, essere il portiere della Roma è un mestiere da supereroi (chiedere ad Antonioli e Stekelenburg per crederci) e così non deve sorprendere se Robin Patrick Olsen adesso venga chiamato all’impresa ovunque possa. L’ultima missione  – come riporta “La Gazzetta dello Sport” – è stata quella – da estremo difensore della Svezia – di disinnescare l’attacco della Russia 4 giorni fa, e lo ha fatto così bene da meritare la vetrina della Uefa Nations League, che ha twittato il video di una sua eccezionale parata contro la Nazionale di Cercesov. Ottime notizie e un precedente eccellente anche in fatto di scaramanzia, visto che il prossimo avversario dei giallorossi in Champions sarà proprio una squadra russa, il Cska Mosca.

Lo svedese in Italia ha avuto bisogno di un periodo di assestamento. Non è un caso infatti che in campionato – prima del filotto vincente iniziato col Frosinone – la sua media voto stentava ad arrivare alla sufficienza. Detto questo, però, la notte di Champions vissuta a Madrid contro il Real – pur se perdente – aveva messo in mostra le tante qualità dello svedese, di gran lunga il migliore in campo. A conti fatti, perciò, sono bastati meno di due mesi perché l’ex estremo difensore del Copenaghen si accreditasse nell’universo giallorosso. Merito anche di Marco Savorani, preparatore dei portieri, che ha accelerato la sua scolarizzazione in Serie A e nel gioco di Eusebio Di Francesco.

(M. Cecchini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy