Roma, ora scatta l’allarme difesa. Di Francesco: “Disordinati”

Roma, ora scatta l’allarme difesa. Di Francesco: “Disordinati”

Contro il Real Madrid la linea ha lavorato male, negli Stati Uniti incassati 8 gol in 3 partite

di Redazione, @forzaroma

Otto gol subiti in tre partite, per quanto poi gli avversari si chiamino Tottenham, Barcellona e Real Madrid.
Di Francesco lavorerà sulla difesa da sabato, al momento della ripresa degli allenamenti a Trigoria. Pensando anche, però, che pure la scorsa stagione si era verificata più o meno la stessa storia, quando ad un soffio dal via del campionato i giallorossi presero una brutta scoppola a Vigo (4-0 dal Celta), per poi raddrizzare subito le cose in campionato (5 gol subiti nelle prime 10 gare di campionato), come scrive Andrea Pugliese su La Gazzetta dello Sport.

Contro il Real Madrid la linea difensiva della Roma ha però sofferto molto. Tanto che alla fine anche Di Francesco ci è tornato su: “Non mi è piaciuta la fase difensiva iniziale, dove abbiamo lavorato in modo disordinato. Sul primo gol poi l’errore è concettuale della linea difensiva, che con una palla del genere deve scappare tutta in avanti insieme. E invece abbiamo fatto uno avanti e uno dietro. Forse abbia pagato la stanchezza, fisica e mentale”.

Marcano è apparso approssimativo in entrambe i gol (scavalcato dalla palla alta di Bale per Asensio sul primo, puntato a campo aperto e saltato dal gallese sul secondo). Ma in molti hanno sottolineato anche la prestazione di Olsen, non perfetto in alcune circostanze (gol a parte, c’è un’uscita sbagliata su cui nasce l’occasione del potenziale 3-0, evitato da Fazio di petto sulla lina di porta su tiro di Asensio). Bene invece Florenzi, bravo ad accompagnare la manovra ed a chiudere alcune diagonali difensive. Ma anche Karsdorp, atleticamente ancora giù, ma che ha avuto un buon impatto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy