Roma: Kluivert vede la luce, Schick torna al buio

Roma: Kluivert vede la luce, Schick torna al buio

L’olandese è fra i preferiti di Ranieri. Patrik deve convincere la Roma, altra chance con la Samp

di Redazione, @forzaroma

Kluivert è stato il primo ragazzo di cui Ranieri si è innamorato al primo allenamento. Riesce a comunicarci in inglese senza bisogno del traduttore e quindi, senza filtri, gli ha fatto subito capire di avere intenzione di puntare su di lui. Il ragazzo ha capito, apprezzato e si è messo a disposizione, sembra con un’energia che negli ultimi tempi, a Trigoria, non sempre aveva messo in mostra. Contro la Fiorentina ha realizzato gli assist per i gol di Perotti e Zaniolo.

È decisamente meno di buonumore Schick. Anche lui, come Kluivert, ha ricevuto i complimenti di Ranieri fin dal primo giorno, ma il cambio tecnico non è riuscito a fargli modificare atteggiamenti e prestazioni, nonostante il gol contro l’Empoli e il rigore procurato contro il Napoli. Il suo mental coach, in questi giorni a San Francisco, pubblica foto delle loro conversazioni su FaceTime, ma per ora i risultati non sembrano così incoraggianti. Come scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport, Ranieri deciderà oggi se farlo giocare, perché è vero che Dzeko non è al meglio, ma è vero anche che rinunciare al bosniaco è sempre complicato. Magari però, nello stadio in cui si è fatto conoscere un paio di anni fa, riuscirà a mettere da parte la timidezza, o quel “qualcosa”, che finora ha frenato la sua esperienza a Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy