Roma, guai per Fonseca: Smalling e Pellegrini k.o.

Roma, guai per Fonseca: Smalling e Pellegrini k.o.

Per il difensore problemi a ginocchio e legamenti: torna nel 2020? Il centrocampista salta il Wolfsberg

di Redazione, @forzaroma

I gesti apotropaici, che servono per allontanare sfortune vere o presunte, vantano una casistica e una letteratura di ottimo livello, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport. Alla Roma neppure la benedizione del cardinale Fisichella pare avere interrotto il trend negativo sul fronte degli infortuni stagionali, che sono ormai giunti a 26. Ieri sono state ufficializzate a Paulo Fonseca un paio di altre brutte notizie, ovvero gli stop di Chris Smalling e Lorenzo Pellegrini.

Cominciamo con l’inglese, che ha accusato un trauma distrattivo-contusivo al ginocchio sinistro, con interessamento del collaterale. L’infortunio lo costringerà quasi sicuramente a saltare i match contro il Wolfsberg e la Spal, ed è a rischio anche per la partita del 20 dicembre contro la Fiorentina. Quindi probabile un ritorno nel 2020. Questo costringerà l’allenatore a rivoluzionare la difesa in vista almeno delle prossime due partite. Con Mancini squalificato in campionato e Fazio ancora in recupero, probabile che domani in Europa League tocchi all’azzurro fare coppia con Juan Jesus o col baby turco Cetin, mentre il brasiliano potrebbe essere rispolverato contro la Spal in tandem con lo stesso Fazio. Nelle ultime sei partite di Serie A il portiere giallorosso era stato battuto solo 2 volte e da ottobre la retroguardia romanista si è piazzata al vertice di rendimento.

Ma anche l’infortunio di Pellegrini complica i piani di Fonseca. Detto che la botta al piede sinistro, con microfrattura, non è grave e quindi dovrebbe saltare solo il match col Wolfsberg (ma non è escluso che vada in panchina). Di sicuro Diawara e Veretout, ma a questo punto è probabile che lo stesso Mkhitaryan sia chiamato al doppio impegno ravvicinato, visto che Kluivert e Pastore sono ancora reduci dagli stop per far riassorbire gli edemi alla coscia e al bacino. L’olandese forse oggi potrebbe essere convocato, ma è più probabile che possa essere impiegato solo domenica contro la squadra di Semplici. Più difficile, invece, il recupero dell’argentino, che si spera possa tornare incampoil 20 dicembre contro la Fiorentina.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy