Rinascita Piris. Adesso ? decisivo per la difesa a tre

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport – A.Pugliese)?Va bene, il video non ? proprio quello e contro Neymar su Youtube Ivan Piris fa pi? brutta figura che bella. Ma alzi la mano chi rischia di non farla, contro quel fenomeno del brasiliano. E poi erano altri tempi, pi? di un anno fa, quando Piris era in forza al San Paolo e per sua stessa ammissione ?in Brasile ho allenato tanto l’attacco, qui in Italia sto mettendo a posto anche la fase difensiva?. A dire il vero, lo scetticismo intorno a Ivan ? ancora forte, a causa probabilmente di quell’inizio di stagione a tratti tragico. Ma se si vuole essere altrettanto onesti, va detto che nella vittoria di sabato sera contro la Juventus, una delle sorprese pi? belle ? stata proprio la sua affidabilit? in un ruolo che metteva paura: centrale destro nella difesa a tre, lui che finora aveva palesato limiti anche nel gioco aereo. Ed invece Piris ? piaciuto, ha tenuto il campo ed ha giocato una delle sue migliori gare da quando ? in Italia. Non a livello della semifinale d’andata di Coppa Italia con l’Inter (?? stata la mia migliore partita in assoluto da quando sono a Roma?, disse subito dopo il fischio finale), quando regal? due assist e una prestazione d’autore.

 
OBIETTIVO? Finora, dunque, l’avevamo visto solo come esterno destro di difesa, ruolo dove aveva convinto a tratti. A dire il vero, forse anche di meno. Ma se c’? una qualit? che bisogna riconoscere a ?soldatino? Piris ? che non si ? mai fatto condizionare dall’ambiente e dalle tante critiche piovutegli addosso nei mesi scorsi. Tra meno di un mese (il dieci marzo) compir? 24 anni e nella sua casa di Casal Palocco festegger? con la famiglia (la compagna Maria e il figlio Kevin) e alcuni degli amici pi? stretti (tra questi il suo agente Giuseppe Addamiano e i giallorossi Burdisso, Nico Lopez, Lamela e Balzaretti, con cui in ritiro ha diviso la camera). L’obiettivo? Cercare di trovare presto la conferma per il prossimo anno, con la Roma che ha un diritto di opzione per l’acquisto dal Deportivo Maldonado (club uruguaiano controllato da un fondo) a 4 milioni di euro.

 
METAMORFOSI?Quando Castan si ? fatto male a Genova, in molti hanno pensato che per la Roma fosse la fine dell’esperienza della difesa a tre. Ed invece Andreazzoli dal cilindro ha tirato fuori proprio Piris e dopo la prestazione di sabato, c’? da scommetterci su che la cosa andr? avanti ancora. E con essa, addio anche alla presunta rivalit? con Torosidis (?L’ex giocatore dell’Olympiacos potr? essere solamente uno stimolo in pi? per Ivan?, aveva detto qualche giorno fa Addamiano). Per Piris, ora, c’? una nuova vita, quella di centrale nella difesa a tre. E chiss? che non sia una svolta nuova per un futuro diverso da quello che sembrava gi? scritto fino ad un mese fa…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy