Quagliarella, un mercoledì da leoni. E ora prepara il bis coi giallorossi

L’attaccante blucerchiato sta gestendo i suoi muscoli e domani con la Roma conta di esserci. Praet fuori fino a marzo

di Redazione, @forzaroma

Quagliarella sì o Quagliarella no contro la Roma? Il dubbio verrà risolto soltanto in extremis, come mercoledì scorso, scrive Francesco Gambaro su “La Gazzetta dello Sport“. Tre giorni fa l’attaccante aveva chiesto il cambio a inizio ripresa dopo aver sentito un fastidio alla coscia destra. Non una lesione muscolare, ma un semplice affaticamento. Negli ultimi due giorni il bomber si è sottoposto a una lunga serie di massaggi e terapie perché contro la Roma vuole giocare. Sulla sua presenza all’Olimpico filtra un cauto ottimismo. Ma le valutazioni definitive verranno fatte solo domani mattina durante la rifinitura nella capitale.

Giampaolo parlerà con l’attaccante e sentirà anche il parere dei medici. Come è già successo mercoledì mattina quando si è presa la decisione che Quagliarella avrebbe giocato contro la Roma. Se invece prevalesse la prudenza, fiducia alla coppia Zapata-Caprari. Tra oggi e domani Giampaolo dovrà valutare anche le condizioni di Strinic, alle prese con una leggera lombalgia. Il terzino croato è in dubbio per domani. Se non dovesse farcela, toccherebbe a Murru oppure a Regini. Intanto si profilano tempi molto lunghi per Dennis Praet: il centrocampista belga dovrà stare fermo almeno 45 giorni dopo l’infortunio muscolare rimediato mercoledì sera nel secondo tempo contro la Roma. Gli esami strumentali hanno confermato una lesione muscolare al bicipite femorale della coscia destra. Al suo posto contro la Roma giocherà Barreto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy