Proietti: “Friedkin sia più presente di Pallotta. Ora serenità e qualche trofeo”

L’attore romano e romanista: “Spero cambino tante cose, ma non si vendano i gioielli”

di Redazione, @forzaroma

“La Roma è una squadra che non ti fa mai annoiare. Al massimo ti fa un po’ incazza’…” dice Giggi Proietti, intervistato da Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport.

Tifoso romanista, sul cambio di proprietà del club dice: “Speriamo ci porti serenità e qualche trofeo. Faccio il mio in bocca al lupo al Gruppo Friedkin. Come tutti i romanisti sono curioso di vedere cosa succederà, non mi aspetto subito grandi rivoluzioni ma col tempo mi auguro di vedere cambiamenti significativi”.

Quali per esempio?: “Intanto vorrei vedere una Roma che lotti seriamente per vincere. E poi mi piacerebbe vedere un presidente e una proprietà più presenti sul territorio. Pallotta non stando qui non poteva rendersi conto di tante cose”.

La prima cosa che si aspetta dalla nuova proprietà?: “La Roma si deve stabilizzare e non deve vendere i gioielli, i talenti, i giocatori più forti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy