Primavera, sempre tabù Lazio. De Rossi tranquillo «Troppo scarichi»

La Roma Primavera perde sonoramente il derby (0-3). L’allenatore dei giallorossi giustifica parzialmente i ragazzi, già impegnati in settimana nella Youth League: «Nel primo tempo siamo rimasti ad Amsterdam»

di finconsadmin

È una domenica di Primavera a Trigoria, dove va in scena il derby dei piccoli. La Roma, galvanizzata dal successo di Amsterdam, è scivolata al terzo posto – seppur con una gara da recuperare – in campionato. Sorpassata proprio dalla Lazio. Presenti circa 2000 tifosi a Trigoria. C’è tempo pure per un’improvvisa colluttazione in tribuna, sedata in un amen dalle forze dell’ordine, per fortuna.

TABÙ DERBY – De Rossi non sconfigge la Lazio dal febbraio del 2011. L’incubo si materializza per l’ennesima volta quando Silvagni, spinto verso l’out, calcia verso Oikonomidis. Paolelli liscia malamente l’intervento e lascia l’avversario libero di trafiggere Marchegiani. La Roma accusa il colpo. Oikonomidis punge a sinistra, si mangia di nuovo Paolelli e brucia il recupero di Calabresi. Poi lo scarico per Fiore, che realizza un rigore in movimento. Nel secondo tempo è la resa totale. Il colpo del k.o. allo scadere è ancora di Oikonomidis, indiscusso migliore in campo.

UMORIInzaghi commenta soddisfatto: «L’abbiamo preparata alla grande, complimenti ai ragazzi. Non è stata una lezione di calcio. In Coppa Italia sarà altra storia, ma ce la giocheremo». Per paradosso, De Rossi non è poi così irritato della quarta sconfitta negli ultimi cinque derby: «Troppe energie spese ultimamente: nel primo tempo siamo rimasti ad Amsterdam, può succedere. Ci teniamo le esperienze che stiamo facendo, la crescita passa anche per le sconfitte». In attesa di una possibilità di rivincita: la doppia sfida che assegnerà la Coppa Italia nel prossimo aprile con gara di andata e ritorno all’Olimpico.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy