La Gazzetta dello Sport

Pinto insiste contro gli arbitri e Friedkin versa altri 25 milioni

Getty Images

Cristante: “Era importante ripartire subito dopo il derby". Diawara: "Vogliamo arrivare fino in fondo"

Redazione

Vincere serve per guardare avanti, ma il derby resta incagliato nei pensieri della Roma, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport. “Quando perdiamo dobbiamo capire cosa migliorare – dice il g.m. Tiago Pinto-. Purtroppo in due partite abbiamo avuto due criteri diversi di arbitraggio. Ci siamo fatti sentire, ma non vogliamo la guerra con nessuno. Comunque non possiamo nascondere che contro l’Udinese e la Lazio siamo stati danneggiati". Sugli obiettivi Pinto frena: “Dal primo giorni Mourinho è stato chiaro. Siamo ambiziosi ma abbiamo bisogno di tempo. Non abbiamo parlato di scudetto, abbiamo un progetto a lungo termine“. Cristante: “Era importante ripartire subito dopo il derby“. Si sono rivisti anche Diawara e Darboe. Dice il primo: “Vogliamo arrivare fino in fondo“. Gli fa eco Darboe: “Devo migliorare in fase difensiva“. Difendono bene i conti anche i Friedkin, che nel mese di settembre hanno versato altri 25 milioni in conto aumento di capitale, portando i loro versamenti complessivi a circa 207 milioni. I debiti del club, al 31 agosto, ammontano invece a 399,2 milioni.