Perotti è all’ultimo giro, ma il tango non è detto si fermi

Il Fenerbahce non può garantirgli i tre milioni che prende alla Roma. E allora l’argentino può anche restare

di Redazione, @forzaroma

Il contratto di Perotti scade il prossimo giugno e l’argentino ha intenzione di onorarlo almeno fino alla fine. La società invece – scrive Andrea Pugliese su “La Gazzetta dello Sport” – considerando l’ingaggio importante del giocatore (circa 3 milioni di euro) spera che gli arrivi un’offerta maggiore o almeno equivalente. Cosa che non poteva garantirgli il Fenerbahce.

A Trigoria non hanno pretese economiche particolari (Diego è a bilancio a 2,1 milioni), Perotti potrebbe rescindere e il club risparmiare lo stipendio, fosse per lui resterebbe ancora a Roma, convinto di potersi giocare le sue chance pur senza scendere in campo con continuità.

La Roma non ha intenzione di metterlo alla porta, visti anche i buoni rapporti con il suo agente, ma cercherà di trovare insieme a lui una soluzione che vada bene per tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy