Perché nella Roma di Fonseca non possono giocare insieme Dzeko e Mayoral?

Finora il tecnico li ha sempre alternati, in campo contemporaneamente solo per 25′. A Benevento la maglia da titolare dovrebbe toccare di nuovo all’attaccante spagnolo

di Redazione, @forzaroma

La staffetta di Braga ha funzionato alla perfezione: prima è andato dentro Dzeko, poi ha lasciato il posto a Borja Mayoral, ma entrambi sono stati capaci di griffare la partita a fuoco con il proprio marchio personale. L’alternanza funziona e andrà avanti ancora, scrive Andrea Pugliese su La Gazzetta dello Sport. Ma resta il dubbio: i due prima o poi potranno giocare anche insieme o no? 

Per ora hanno giocato insieme solo 25 minuti, tutti concentrati nel derby di ritorno. Perché Fonseca ha sempre deciso di giocare con una sola punta e i due trequartisti in appoggio. Immaginando, verrebbe da pensare che i due possano anche convincere. Dzeko come centravanti di riferimento, Mayoral a girargli intorno. Con il bosniaco a sfruttare anche i palloni alti e lo spagnolo ad andare dentro, attaccando lo spazio, magari sfruttando anche le spizzate di Edin.

A Benevento dovrebbe ritrovare la maglia da titolare Borja Mayoral. Con lui Fonseca ha una punta che attacca di più lo spazio, che cerca sempre di andare in verticale verso la porta. E forse è proprio questo che piace al tecnico, il fatto di avere un centravanti che senta più la porta.

Dzeko invece è più propenso a creare gioco, ad essere il regista offensivo della Roma. Un po’ “9” e un po’ “10” anche grazie all’immensa qualità che ha nei piedi. Con lui il gioco è più ragionato, ma la porta viene attaccata di meno secondi i principi di Fonseca, che a seconda delle partite e degli avversari sceglierà chi schierare dei due.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy