Pedro: fame, gol e tanta voglia di esultare

Scelto per la mentalità: “E Fonseca mi ha già detto cosa vuole da me”

di Redazione, @forzaroma

Pedro è uno dei giocatori più vincenti della storia del calcio (23 titoli con i club, un Mondiale ed un Europeo con la Spagna) e questo potrebbe essere di buon auspicio per Friedkin, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”. È un vincente nato e un giocatore con una mentalità del genere alla Roma serve.

Ha iniziato un po’ a parlare italiano, si sta curando dopo l’operazione alla spalla e sta cercando casa (sembra in centro) in modo da poter lasciare l’hotel dell’Eur che lo ospita.

La vittoria è un tema ricorrente nelle prime parole da romanista: “Quando arrivi in un nuovo club vuoi vincere ancora. Capisco che sia difficile, ma questo è l’obiettivo, la mia ambizione è sempre molto alta”. 

Pedro parla di Zaniolo e Carles Perez, ma anche di Mkhitaryan e Dzeko: “Nicolò è un grande giocatore, potente che segna gol. Perez è un’altra buona ala e ha grande potenziale per fare bene per questo gruppo”. Decisivo per il suo sì la chiamata di Fonseca: “Paulo ha parlato con me, mi ha spiegato che sarebbe stato un buon momento per arrivare in questa squadra per provare a conquistare qualcosa di speciale”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy