Pedro apre alla Roma: “Il Chelsea? Ho altre offerte”. Lo vuole Fonseca

Lo spagnolo e i contatti con i giallorossi “Valuterò presto dove poter andare…”

di Redazione, @forzaroma

Stiamo vedendo alcuni giocatori che potrebbero interessarci per il futuro“. La conferma arriva direttamente da Nuno Campos, il vice di Paulo Fonseca. E non fa altro che confermare quello che lo stesso Fonseca aveva detto nei giorni scorsi. In questo periodo di quarantena, ne stanno approfittando per vedere video, schede, partite, come riporta Andrea Pugliese su La Gazzetta dello Sport.

Tra queste, alcune – o forse anche molte – sono quelle di Pedro, la stella spagnola del Chelsea. La Roma ci sta su da un po’, tanto che aveva provato a portarlo in giallorosso già nel gennaio scorso, prima di virare su Carles Perez.

Quel che cambia, rispetto a qualche giorno fa, è però l’apertura pubblica del giocatore, che in un’intervista rilasciata nel suo paese ha detto: “Sto aspettando un incontro con il Chelsea, quello che dovevamo avere è stato sospeso. Il mio contratto sta per scadere, non ci siamo mai seduti per vedere se rinnovarlo o meno. Ma sono aperto ad ascoltare anche altre offerte. Un ritorno in Spagna? Beh, non lo so. Ho offerte da molti posti e valuterò dove posso andare e vedere cosa viene fuori“. In quei “molti posti” lì, in realtà è racchiusa una scelta tra la Roma e l’Al-Sadd dell’amico Xavi. C’è anche il Betis Siviglia, è vero, ma di tornare in patria Pedro sembra non averne voglia, come traspare anche dalla sua risposta. E considerando che di soldi ne ha già guadagnati tanti (tra Barcellona e Chelsea), potrebbe prevalere la chance che gli offrirebbe la Roma ai petroldollari del Qatar.

Pedro è il preferito da Fonseca (insieme a Mertens) tra i possibili esterni d’attacco che potrebbero sbarcare il prossimo anno a Trigoria. La Roma gli ha fatto pervenire un’offerta da tre milioni di euro più bonus (individuali e di squadra), per un totale di tre stagioni.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy