Pau Lopez e Bruno Peres all’inseguimento del futuro

Con Mirante out, il portiere prova a riprendersi il posto. Il brasiliano, in scadenza, gioca anche per il contratto

di Redazione, @forzaroma

Questo inizio di 2021 pare offrire a Pau Lopez e Bruno Peres l’occasione di riprendersi la Roma sotto tutti i punti di vista, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, aprendo le porte ad un prolungamento del matrimonio che solo fino a qualche settimana fa sembrava una chimera per entrambi.

Dal punto di vista psicologico, è lo spagnolo quello che probabilmente soffre di più. È arrivato in giallorosso con l’etichetta di portiere più pagato della storia del club, ma il primo “lockdown” ha zavorrato le sue prestazioni e alla ripresa della stagione le cose non sono andate meglio. Così la promozione di Antonio Mirante, suo vice, è parsa quasi inevitabile, nonostante Lopez rappresenti un capitale per la società. Adesso, però, la missione di Fonseca è anche quella di recuperarlo, non fosse altro per poterlo cedere senza fare minusvalenza.

Discorso diverso quello di Peres. Un anno fa di questi tempi faceva fatica a giocare nella serie B brasiliana, rendendo di fatto impossibile la cessione alla Roma, che fu per certi versi costretta a riportarlo alla base. L’atteggiamento del terzino, però, è cambiato anche fuori dal campo, conquistando sempre di più la fiducia di Fonseca e sperando addirittura in un rinnovo del contratto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy