Pastore, niente rescissione a gennaio. L’argentino da domani sarà in gruppo

Il Flaco ad agosto si è operato all’anca in Spagna e adesso, almeno dal punto di vista medico, è pronto per tornare ad allenarsi con i compagni

di Redazione, @forzaroma

Esattamente sei mesi fa, il 28 giugno, Javier Pastore giocava la sua ultima partita. Ad agosto si è operato all’anca in Spagna e adesso, almeno dal punto di vista medico, è pronto per tornare subito in gruppo, scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport. A partire da domani.

La rescissione (Pastore ha un contratto da oltre quattro milioni fino al 2023) non è un argomento, un addio a giugno forse sì. Prima però l’argentino ha bisogno di giocare e la Roma è dello stesso avviso, non fosse altro per non svalutare un capitale. Lui a Roma sta benissimo, ha da poco lasciato la casa in centro per trasferirsi in una vicino alla scuola internazionale dei figli, con i compagni ha un rapporto d’oro, soprattutto con gli spagnoli che sono spesso ospiti da lui, e anche la moglie (beneficenza compresa) è completamente inserita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy