Pallotta-Zhang: così la Serie A ha conquistato gli USA e la Cina

Pallotta-Zhang: così la Serie A ha conquistato gli USA e la Cina

Il romanista è estroverso, l’interista felpato. Entrambi hanno “lottato” col Financial Fair Play per ritornare in alto

di Redazione, @forzaroma

Roma-Inter è una sfida globale. L’obiettivo è centrare uno dei 4 posti Champions. I piani di grandezza e i conti delle proprietà statunitensi e cinesi passano di lì. Entrambe si sono messe alle spalle, o stanno per farlo, le limitazioni imposte dal fair play economico. Per l’Inter far saltare quelle catene può essere l’inizio di una nuova fase. Nel primo scontro con club americano la famiglia Zhang ha tenuto a distanza il Milan di Elliott, ora può allungare sulla rivale giallorossa. Steven sarà in tribuna all’Olimpico, Pallotta non ci sarà, scrive La Gazzetta dello Sport. Di sicuro il presidente non perde di vista quello che è sempre stato la stella polare del progetto: lo stadio di proprietà, e, se tutto filerà liscio, dal 2022 la Roma potrebbe avere una nuova casa grazie a cui sognare di scalare il cielo. Il presidente, d’altronde, ama vincere. In finanza con la Raptor, con cui si è costruito la fama di re degli “hedge fund”, e nello sport con i Boston Celtics, la squadra più vittoriosa del basket Nba, di cui è coproprietario. Impressioni? Se stasera la Roma batterà l’Inter, la gioia di Pallotta potrebbe tornare a essere quella dei giorni belli. Zhang perdonerà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy