Pallotta tuona: “Sullo stadio i tifosi devono farsi sentire”

Pallotta tuona: “Sullo stadio i tifosi devono farsi sentire”

Gli uomini del presidente sono arrivati da Boston ma non sono stati ricevuti dal Comune

di Redazione, @forzaroma

Un attacco frontale che segna un cambio di strategia. James Pallotta se la prende con il Comune di Roma per l’empasse sulla questione stadio. Oggetto della polemica la delegazione mandata da Boston dal presidente giallorosso e non ricevuta in Campidoglio. I suoi tre uomini sono arrivati a Roma lunedì per approfondire alcune questioni. Gli ispettori dovevano arrivare una decina di giorni fa, ma le feste e i ponti (25 aprile e primo maggio) hanno posticipato lo sbarco. Cosa che, già di per sé, aveva innervosito il presidente. Che poi è esploso perché i suoi uomini da lunedì non sono ancora riusciti ad incontrare chi di dovere e forse non ci riusciranno neanche fino a giovedì, giorno in cui è in programma il loro rientro negli Usa. Ecco perché il presidente ha deciso di tirare in mezzo i tifosi: “E’ il momento di farsi sentire”. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 10 mesi fa

    Purtroppo il Presidente della Roma (non il mio Presidente) e`, per eccellenza, il peggior Presidente della Roma, della Serie A, e azzardo dire, di tutti i tempi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. encat - 10 mesi fa

    pallotta tuona? Ahahahah… Ma i tifosi della Roma non erano dei fucking idiots? Adesso per portare avanti i suoi interessi dovrebbero farsi sentire? E perché? Lo stadio non lo vogliamo, vogliamo che se ne vada via, otto anni di delusioni e fallimenti, è troppo anche per noi abituati da sempre a soffrire. Venda agli arabi e si tolga dalle scatole, le nozze coi fichi secchi vada a farle altrove

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. minotauro - 10 mesi fa

    Oramai Pallotta ha stufato…crede che in Italia si possa prendere in giro milioni di persone che aspettano da anni una squadra competitiva ma che nn riesce a fare perché oltre a nn avere i mezzi per farla, nn ha neanche l’umiltà intellettuale di tirarsi indietro poiché uno come lui ha come unico obiettivo di sfilare più soldi possibili fino alla completa distruzione della nostra amata ROMA

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy