Pallotta prova a comprare la Borsa di Chicago. Roma lo aspetta per il ritorno di Champions

La Sec, organo di controllo della Borsa americana, ha bloccato tutto per il timore che fosse in conflitto con le norme che regolano gli scambi. Il presidente è atteso in Italia il prossimo 13 marzo

di Redazione, @forzaroma

In attesa che si sblocchi l’iter per lo stadio, James Pallotta continua con i suoi affari statunitensi che poco o nulla hanno a che fare con la Roma. Il Financial Times ha fatto sapere che la Sec, l’organo di controllo della Borsa americana, ha bloccato l’acquisto della Borsa di Chicago, il Chicago Stock Exchange, da parte di un consorzio guidato da numerosi investitori cinesi, scrive l’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport“. A collaborare con loro anche il presidente romanista, ma non se ne è fatto nulla perché la Sec ha fatto sapere di aver rifiutato l’accordo per il timore che fosse in conflitto con le norme che regolano gli scambi. Niente Borsa per Pallotta, atteso in Italia per la partita di ritorno contro lo Shakhtar in programma il 13 marzo, giorno dei suoi 60 anni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy