Otto squadre su dodici espressione dei club di A

Otto squadre su dodici espressione dei club di A

La Fiorentina, nel 2015, era stata la prima ad aprire la strada, sfruttando l’opportunità concessa dalla Figc ai club professionistici maschili di assorbire anche una sezione femminile. Poi la Juve, ora Milan e Roma

di Redazione, @forzaroma

Un giorno a suo modo da non dimenticare. Quella di Piazza di Spagna, in fondo, è anche la celebrazione di un movimento come quello del calcio femminile, che il prossimo anno rappresenterà l’Italia al Mondiale, riuscendo nell’impresa (perché alla fine tale si è dimostrata) che non è riuscita alla blasonata Nazionale maschile, come riportano Massimo Cecchini e Marco Calabresi su La Gazzetta dello Sport.

Per questo i club di Serie A vanno valorizzati. La Fiorentina, nel 2015, era stata la prima ad aprire la strada, sfruttando l’opportunità concessa dalla Figc ai club professionistici maschili di assorbire anche una sezione femminile. Poi, lo scorso anno, è arrivata la Juventus, che al primo colpo ha subito vinto lo scudetto, e la prossima settimana – come le viola – esordirà in Champions League. Quest’anno, invece, tocca al Milan e alla Roma.

La Roma ha preso il posto della Res Roma, che aveva conquistato la salvezza in Serie A. C’erano già il Sassuolo, l’Atalanta (Mozzanica) e il Chievo (Valpolicella), mentre la prossima settimana dovrebbe essere ufficializzato anche il passaggio del Verona sotto l’Hellas. Complessivamente, delle 12 partecipanti al prossimo campionato di Serie A, otto saranno espressione di squadre maschili: del settore femminile restano Pink Bari, Tavagnacco e le neopromosse Florentia e Orobica.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy