Nomine in Lega: Gandini piace come presidente

L’amministratore delegato della Roma riscuote adesioni tra i club. Lotito ha riproposto il nome di Vegas e continua a sponsorizzare Del Sette

di Redazione, @forzaroma

Dopo aver detto sì a Mediapro, ieri i club di A si sono riuniti informalmente per parlare di nomine. Come scrivono Iaria e Brega su “La Gazzetta dello Sport“, il patron del Torino Urbano Cairo ha relazionato i colleghi sull’ultimo incontro con Javier Tebas, presidente della Liga e candidato a essere nominato a.d. della Lega. Ci sarebbe la sua disponibilità e i consensi in Serie A non mancano, ma c’è anche chi nutre dubbi.

La nomina dell’a.d. rientra nel pacchetto di rinnovo della governance che in questi mesi ha tenuto bloccata la Lega. Le divisioni, in linea di principio, continuano a persistere tra l’ala «riformista» (Juve, Inter, Roma eccetera) e quella «lotitiana» (Lazio, Milan, Napoli e altri). Quest’ultimo fronte spinge per accelerare le nomine, già nell’assemblea del 14 febbraio, ora che si è sciolto il rebus dei diritti domestici: sarebbe una risposta al commissariamento di Giovanni Malagò. Ma è da vedere se si troveranno i 14 voti necessari. Tante le caselle da mettere a posto, a cominciare dal presidente di Lega: Lotito ha riproposto il nome di Giuseppe Vegas e continua a sponsorizzare Tullio Del Sette; riscuote più adesioni Umberto Gandini, attuale amministratore delegato della Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy