Nel villaggio giallorosso Edin sempre più al centro

Nel villaggio giallorosso Edin sempre più al centro

Non solo gol, Dzeko è il vero direttore della banda. E ora in Europa cerca il poker di vittorie col Borussia

di Redazione, @forzaroma

Nella rabbia con cui ha scagliato a terra la mascherina contro il Napoli c’è tutto il calciatore Edin Dzeko. Nell’energia con cui ha chiesto all’Olimpico, e in particolare alla curva, di incitare la squadra invece che continuare con i cori contro Napoli, c’è tutto l’uomo, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”.

Mai come quest’anno è davvero il trascinatore della Roma. In campo e nello spogliatoio. Contro il Napoli è stato capitano per l’undicesima volta, come Francesco Rocca, uno dei simboli del romanismo più puro. Si è caricato la Roma sulle spalle e lo farà anche giovedì sul campo del Borussia Mönchengladbach, su cui ha già giocato tre volte, uscendo sempre imbattuto.

Giovedì spera di arrivare a 94 gol con la Roma, anche per interrompere un digiuno che dura dal 27 ottobre. Niente di grave, considerando che al 90′ è quasi sempre tra i migliori, ma un attaccante vive per i gol. Contro il Napoli è stato il giocatore che ha vinto più duelli, ha fatto più sponde e ha intercettato più palloni. Un gladiatore per 90′, un calciatore e un uomo di cui, la Roma, in questo momento non può fare a meno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy