Nel segno di Dzeko. Edin spinge la Roma e chiede rinforzi: “Si può migliorare”

Un guizzo del bosniaco piega la Samp: “Siamo pronti, il 3° posto ci dà fiducia”

di Redazione, @forzaroma

L’esperienza insegna. Prima del fischio d’inizio Smalling ammonisce la Roma a non ripetere gli stessi errori di un anno fa, quando un disastroso mese di gennaio la scaraventò fuori dalla zona Champions. Così i padroni di casa dimostrano di aver digerito in fretta il panettone, battendo con merito la Sampdoria con un 1-0 santificato da un bel gol di Dzeko, che festeggia così la 200° partita da titolare in giallorosso. Grazie al bosniaco, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“, la squadra di Fonseca blinda il terzo posto. Menzione d’onore per Karsdorp, che ha prodotto in questo campionato il 4° assist, che lo fa salire in vetta tra i difensori. La leadership di Dzeko è palese, lo si capisce da un chiaro segnale in chiave mercato: “Il terzo posto ci dà fiducia, però si può crescere sempre. Gennaio è un mese difficile per trovare giocatori, ma si può migliorare la squadra anche a gennaio“. Restano aperte le piste che portano a Bernard ed El Shaarawy.

La partita è stata più complessa del previsto. Il possesso palla è stato quasi sempre giallorosso (alla fine sarà ben il 65%), ma gli spazi sulla trequarti erano intasati e per creare superiorità numerica Fonseca ha fatto alzare a turno uno tra Mancini e Ibanez in appoggio alla manovra, a costo di lasciare qualche spazio in cui Candreva provava a correre. Nella ripresa la Roma ha legittimato il successo, esercitando una pressione costante e arrivando prima alla traversa colpita di testa da Smalling, poi al gol di Dzeko. Alla fine il rimpianto di Ranieri è uno: “Solo un gran gol di Dzeko ha deciso. Ma Edin è un campione“. Proprio vero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy