Nainggolan di forza per fare il leader: la Samp nel destino

Proprio coi doriani il suo esordio in giallorosso. E Pallotta pensa al nuovo aumento di ingaggio

di Redazione, @forzaroma

Era il 9 gennaio del 2014 quando Radja Nainggolan fece il suo esordio con la maglia della Roma. Dall’altra parte c’era la Sampdoria, la squadra che oggi sfiderà i giallorossi. Da quel giorno sono passati più di due anni e mezzo in cui il centrocampista belga è diventato di fondamentale importanza per la Roma (112 le partite disputate in giallorosso), tanto che è costretto a giocare anche quando ha meno benzina a disposizione. Anche oggi, se non ci saranno problemi fisici, Nainggolan partirà titolare, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport“.

Sia che giochi in posizione arretrata, sia che giochi più avanzato come piace a Spalletti, Nainggolan sa che il suo compito è sempre doppio: aiutare dietro, esserci davanti. Intanto nei prossimi giorni arriverà il tanto atteso rinnovo: la presenza di Pallotta a Roma potrebbe essere l’occasione giusta per l’annuncio, visto che anche il suo procuratore Beltrami sarà qui. E’ solo questione di firma e ufficialità: Nainggolan cederà alla Roma quasi tutti i diritti d’immagine, la società gli riconoscerà uno stipendio di 5 milioni a stagione e se De Rossi andrà via o spalmerà l’ingaggio diventerà il più pagato a Trigoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy