Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

Mourinho: “Resterà nella storia, ma non abbiamo vinto la Champions”

Getty Images

Il tecnico: “Non mi piace il fatto che qui chi vinca vada in cielo e chi perda all’inferno. Ora si ricomincia"

Redazione

Ha rischiato, ha vinto, ma non vuole maramaldeggiare. José Mourinho si gode la prima vittoria nel derby di Roma col piglio sereno di chi sa come il calcio sia una ruota, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport. “Non mi piace il fatto che qui chi vinca vada in cielo e chi perda all’inferno. Ora si ricomincia. Certo, è stata una grande partita e una grande vittoria, però non saprei se entrerebbe fra le dieci migliori della mia carriera. La peggiore è stata di sicuro il 6-1 di Bodo…”, e sorride. Con questo spirito non sorprende che alla fine del primo tempo, quando sul 3-0 lo stadio giallorossa faceva gli “olé” a ogni passaggio giallorosso, l’allenatore portoghese abbia zittito i suoi tifosi, invitando a non farlo più. “Non mi piacciono mai, figuriamo al 43’ del primo tempo, col rischio che i calciatori comincino a interpretare la partita come uno show. Possiamo vincere quattro o cinque a zero, ma sempre rispettando l’avversario. La Lazio è una squadra forte, che ha lottato fino alla fine, anche quando sapevano che recuperare sarebbe stato difficile“.

E poi: "Noi abbiamo avuto l’umiltà di pensare a questa partita in maniera tattica ed è andata bene. Il derby fa storia, la storia della Roma è la cosa più importante ma anche la mia. Se la vedo in modo egoistico, non sbaglio a dire che ho vinto tutti i derby che ho giocato in tutti i Paesi, resta per la storia. Ma non mi piace questa cosa che abbiamo vinto contro la Lazio, e allora sembra che abbiamo vinto la Champions. Non abbiamo vinto la Champions, dobbiamo vincere la prossima contro la Samp".