Mister muscoli. Pesi, sudore e volontà al top: così Zaniolo vuole ridare forza alla Roma

Il fantasista giallorosso aspetta con ansia il test del 10 aprile: con la Primavera farà il tagliando in casa della Fiorentina. Poi il rientro

di Redazione, @forzaroma

Se a qualcuno è venuto anche il minimo dubbio sulla sua tenuta fisica e atletica eccolo servito. Basta vedere la foto pubblicata due sere fa da Nicolò Zaniolo per capire quanto il gioiello della Roma abbia lavorato a secco anche in questi (quasi) sette mesi di assenza a causa del secondo infortunio al ginocchio, questa volta il sinistro (a gennaio aveva invece ceduto il destro), scrive Andrea Pugliese su La Gazzetta dello Sport.

Una postura tipica dei calciatori, che testimonia però abbastanza chiaramente come il tono muscolare della gamba sinistra (esattamente come quello della destra) non sia affatto andato giù. .

Zaniolo sta ovviamente contando i giorni, sa che quel traguardo è lì, oramai a un soffio. E, ovviamente, non vede l’ora di tagliarlo. Perché tornare in campo sarà come rinascere. Per l’ennesima volta, verrebbe da dire, ma pazienza, l’importante è rialzarsi sempre. Anche più forti di prima. Così se i lavori a casa procedono senza pausa nella palestra che ha allestito sulla terrazza (e dove ci sono tapis-roulant, cyclette, elastici, pesi, fit-ball, il tappeto elastico e attrezzi specifici al recupero funzionale), quelli in campo stanno seguendo la tabella di marcia studiata insieme allo staff medico della Roma e al professore Cristian Fink, il chirurgo austriaco che lo ha operato lo scorso 13 settembre a Innsbruck-

Il traguardo, dunque, è proprio lì e Nicolò potrebbe tagliarlo già il 10 aprile, a Firenze, proprio contro quella Fiorentina che lo ha allevato e lasciato andar via quando era ancora un adolescente.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy