Max e il presidente, cresce il fastidio reciproco

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport – M.Pasotto) Difficile dire se tutto questo sar? sufficiente a mantenere Allegri saldato alla panchina come vorrebbe Galliani, ma da domenica sera Silvio Berlusconi ? un po’ pi? solo nelle sue scelte. Ovviamente nessuno contraddice apertamente il presidente ? anche perch? di virgolettati ufficiali non ce ne sono ?, ma la presa di posizione a favore dell’allenatore ? stata compatta e decisa. A partire dalla curva Sud, che al termine di una stagione in cui il tecnico ? stato per lo pi? oggetto di indifferenza, ha esposto un ampio striscione chiedendo ?pi? rispetto? per Allegri. Un messaggio che in linea di massima non esclude alcun destinatario.
Equilibrio Grossomodo lo stesso concetto ripreso da molti giocatori. L’arringa difensiva pi? ?pesante?, vista la portata del personaggio, ? stata quella di Balotelli (?? un grande tecnico, spero resti con noi il pi? a lungo possibile?); poi, ? chiaro che da Montolivo magari te lo aspetti (?il merito della rincorsa ? suo?); meno, invece, da gente che ha visto a lungo la panchina come Flamini (?fa piacere che i tifosi siano con lui, siamo un bel gruppo?) o come Amelia, che ieri a Rtl 102.5 ? tornato sull’argomento: ?Tutte le voci su Allegri non hanno fatto altro che destabilizzarci. L’allenatore ha vissuto momenti di difficolt?, ma con equilibrio, dandoci sicurezza e portando risultati?.

 

 
Opzioni Insomma, collegio difensivo al completo. Il cui rappresentante massimo, non dimentichiamolo, ? un certo Galliani. Che ora si trova nello scomodo ruolo di mediatore fra le lamentele presidenziali e la pazienza dell’allenatore sempre pi? esigua. Le prossime tre settimane saranno vissute alla finestra, in attesa di sviluppi. La priorit? di Allegri continua a essere la permanenza in rossonero, ma non a queste condizioni. L’idea di essere messo in discussione ogni volta che le cose non vanno bene, non ? contemplabile. Anche perch? il Milan sta muovendo i primi passi di un nuovo progetto, e altri momenti di difficolt? nella prossima stagione vanno messi nel conto. Poi c’? l’altra nota dolente, ovvero il rinnovo contrattuale. Pi? un discorso concettuale, che economico. Nonostante le rassicurazioni di Galliani, il pensiero di iniziare la prossima annata col contratto in scadenza ? chiaramente un elemento di scarsa tranquillit?. Anche perch? Allegri ? stato individuato come uno dei massimi referenti del nuovo progetto giovani rossonero. Sul tavolo restano quindi le ?solite? opzioni: Roma in cima alla lista, oppure un’avventura all’estero. Per il momento, comunque, tutti alla finestra: entro il prossimo mese qualcosa accadr?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy