Marquinhos. Poi?

di Redazione, @forzaroma

(La Gazzetta dello Sport – M.Calabresi) – Nel gioco delle coppie, tra chi è andato e chi viene, un dato salta all’occhio e fa parecchio effetto: Marquinhos e Alessio Romagnoli, coppia di centrali di scorta della Roma zemaniana, sono nati rispettivamente quando Gabriel Heinze e Juan avevano già 16 anni.[…]

Via di mezzo È un padre di famiglia anche Nicolas Burdisso, che della nuova difesa della Roma sarà il leader indiscusso: a Trigoria puntano tutti a occhi chiusi sulla sua condizione fisica, invidiabile almeno per quello che si è visto durante l’estate. Domenica 26, contro il Catania, Burdisso tornerà a giocare una partita che conta dopo nove mesi: il ginocchio ha retto alla preparazione di Zeman e guai a scricchiolare. Sarebbero dolori, per lui e per la Roma.

 

Da scoprire Anche perché il partner di Burdisso, Leandro Castan, in Italia dobbiamo ancora vederlo. Arriva con una Libertadores vinta da titolare, ma da queste parti è ancora ingiudicabile per mancanza di avversari validi (fatta eccezione per i 45′ giocati contro il Liverpool): in Europa, poi, la sua prima e unica avventura con gli svedesi dell’Helsingborg non ha lasciato tracce. Un altro motivo, questo, per cui è impensabile che il mercato in difesa sia finito qui.

 

Last minute Dal Belgio rimbalza l’interesse per Cheikhou Kouyaté, 22enne difensore dell’Anderlecht, senegalese con passaporto francese: è soltanto una delle tante piste battute da Sabatini, che punta sulle ultime ore di mercato per piazzare il colpo. Vive quelle per Lovren (Lione) e Rodolpho (San Paolo), tiepida quella per Tasci (Stoccarda) fredda quella per Rolando (Porto). Una suggestione, il ritorno di Mexes, in rotta con il Milan. Tra una decina di nomi, si fa largo una certezza: Marquinhos e Romagnoli[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy