Marchegiani e Guerrieri allungano le mani sul derby

Oggi a Trigoria alle 11 ci sarà il derby. Inzaghi si affiderà al miglior attacco del campionato, mentre De Rossi al morale altissimo del suo numero 1, Gabriele Marchegiani

di finconsadmin

Gli esami non finisco mai per la Roma Primavera: dopo il quarto con l’Atalanta a Viareggio, la semifinale con l’Inter, e l’ottavo di Youth League con l’Ajax, a Trigoria arriva la Lazio, che mentre i giallorossi erano alla Coppa Carnevale ha eliminato la Juventus, conquistando la finale di Coppa Italia, proprio contro i rivali di oggi alle 11 (diretta su RaiSport1 da Trigoria). Due punti di vantaggio per i giallorossi, 37 contro 35, ma il distacco è destinato ad aumentare visto che Ferri e compagni hanno una gara in meno, contro l’Avellino ultimo in classifica, mentre il Bari intanto è volato 42 punti dopo la vittoria di ieri col Vicenza. Come a dire che la Lazio – ancora senza Tounkara – dovesse perdere, il sorpasso diventerebbe un’utopia.

 
SFIDA TRA NUMERI 1 La squadra di Inzaghi proverà a far sua la partita sfruttando il miglior attacco del girone – 46 gol in 17 partite –, mentre la Roma (senza Capradossi, infortunato, e Di Mariano squalificato) proverà a reggere l’urto sfruttando il morale altissimo di Marchegiani, protagonista assoluto della vittoria di Amsterdam, con 2 rigori parati. A Trigoria dal 2009, sta vivendo la sua migliore stagione: sono arrivate anche le convocazioni in prima squadra, gradite e inattese visto che con Garcia, oltre al terzo Lobont, c’è anche Curci. Il rivale di oggi, Guido Guerrieri, ha una militanza ben più lunga – nel 2006, con i Pulcini, era già in biancoceleste – e in prima squadra c’è andato spesso già dalla scorsa stagione. In comune hanno il cruccio azzurro: Marchegiani esordì con l’Under 16, prese 6 gol dalla Svizzera e non fu più chiamato, Guerrieri venne pre-convocato come terzo per l’Europeo Under 17 (che l’Italia perse in finale ai rigori), ma non ha mai giocato una partita in Nazionale. A chiudere la porta a entrambi, Simone Scuffet, che in questo momento non gioca né in A né in Primavera: i due rivali di Roma hanno una Coppa e le finali scudetto per provare a rientrare nel giro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy