Ma l’Irlanda ci crede: “Fermiamo Miralem ed è fatta”

Il gol di Dzeko tiene ancora in vita la Bosnia, che potrà contare stasera sul calore di duemila tifosi

di Redazione, @forzaroma

L’uno a uno in trasferta ha lasciato ben sperare i tifosi irlandesi, speranzosi di rientrare tra le qualificate al prossimo europeo. Come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, stasera lo stadio Aviva sarà pieno: se l’Irlanda riuscirà a gestire il piccolo vantaggio accumulato all’andata e staccherà il biglietto per Francia 2016, si aggiungerà ad Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, promosse da tempo. Un trionfo, per il calcio in salsa britannica. 

Martin O’Neill mantiene i piedi bel saldi per terra: «Se un anno fa mi avessero detto di trovarmi a 90 minuti dalla qualificazione in Francia, avrei stappato una bottiglia di champagne, ma ora che siamo a un passo dal traguardo sarebbe un peccato imperdonabile rovinare tutto con un atteggiamento sbagliato. Non possiamo pensare di gestire il pareggio per tutto il match. La Bosnia è ancora in corsa e si giocherà al meglio le sue carte. Ha calciatori di grande livello. Due nomi su tutti: Pjanic e Dzeko. Il pubblico può darci un mano: mi aspetto la stessa folla che contro la Germania creò un’atmosfera incredibile».

Il gol di Dzeko tiene ancora in vita la Bosnia, che potrà contare stasera sul calore di duemila tifosi. Non è stata una vigilia facile per Mehmed Bazdarevic, è stata dura risollevare il morale e recuperare le energie. Bazdarevic si affida ai suoi uomini migliori: Pjanic, Dzeko e il portiere Begovic, che nel Chelsea sta giocando con continuità.

(S. Boldrini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy