La Gazzetta dello Sport

L’ultima volta a Venezia il 2-2 che costò il tricolore ai ragazzi di Capello

L’ultima volta a Venezia il 2-2 che costò il tricolore ai ragazzi di Capello

La squadra di casa era già retrocessa, ma i giallorossi non riuscirono ad andare oltre il pareggio

Redazione

Era l’aprile del 2002 quando la Roma, con lo scudetto sul petto, giocava per l’ultima volta al Penzo contro il Venezia in campionato. La squadra di casa era già retrocessa, ma i giallorossi, guidati da Fabio Capello, non riuscirono ad andare oltre il 2-2. E fu un mezzo miracolo, perché fino al 42’ della ripresa perdevano 2-0. Poi due rigori concessi nei minuti finali dall’arbitro Collina portarono la Roma (priva di Totti e Samuel) al pari, grazie alla doppietta dal dischetto di Montella, che aveva risposto alle reti di Maniero e De Franceschi. A fine torneo la Juve chiuse con un solo punto sulla Roma.