«Roma, stavolta non ti deluderemo»

di Redazione, @forzaroma

(La Gazzetta dello Sport – F.Oddi) – Tevere piena, aperti d’urgenza anche i Distinti Sud: sono già 18.000 i tagliandi (gratuiti) emessi per la finale di Coppa Italia,

c’è tempo fino alle 18 per superare quota 20.000 e andare oltre. Molto più che tanti, per una gara giovanile, sia pure un Roma-Juventus che profuma di ricordi e rivalità, quasi un record, anche se le statistiche al riguardo non sono mai precise. Ci sarà la dirigenza al gran completo, potrebbe essere il primo trofeo della nuova proprietà, che sulla Primavera punta parecchio: fino all’anno erano tutti ex ragazzini presi da Bruno Conti, che al massimo poteva contare su qualche giovane romeno (non sempre all’altezza), ora può capitare di spendere un milione di euro per Nicolas Lopez, o duecentomila e passa per il solo prestito (c’è il diritto di riscatto, ma si paga a parte) di Tallo, Junior di nome, senior per chili, centimetri e gol.

Effetto stadio «Ce lo aspettavamo tanto seguito da parte dei tifosi — ha commentato De Rossi — e credo aumenteranno ancora. Faremo di tutto per non deluderli». Anche se, finora, le due esibizioni all’Olimpico non sono andate particolarmente bene: finale di Coppa Italia dell’anno scorso Roma-Fiorentina 1-3 (dopo l’1-1 dell’andata), 2-3 la Supercoppa, sempre coi viola. «Sarebbe grave se i nostri giocatori soffrissero l’Olimpico — continua il tecnico — anche perché deve far parte del loro bagaglio saper far fronte alle pressioni del pubblico. E poi va ricordato, anche se non deve diventare un alibi, che noi siamo abituati a giocare sul sintetico, dove la palla scorre più veloce. Cosa che abbiamo pagato anche al Viareggio, oltre alla stanchezza delle 7 partite in due settimane». […]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy