Lopez si arrende, Pastore ammette limiti da leader

Lo spagnolo: forfait con la Samp. Il Flaco: “Io non sono un n.1”

di Redazione, @forzaroma

Si comincia a profilare il rischio che Pau Lopez salti l’esordio contro la Sampdoria. Il portiere spagnolo è ancora alle prese col recupero dopo la frattura al polso della mano sinistra e nessuno vuole che lui rischi. Così Mirante, riportaMassimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, già si scalda per battezzare l’esordio.

La seconda piccola malinconia la regala Javier Pastore, che ai microfoni di Tyc Sports, parlando della sua carriera, fa capire che – fra le sue tante doti – non c’è quella di esercitare una vera e propria leadership tecnica.- Ad esempio, parlando di Totti, la sua modestia è enorme. “A Roma è unico, è quello che è Maradona per il resto del mondo. Ha fatto cose incredibili, occupa un posto speciale e non mi piacerebbe essere paragonato a lui perché non mi sento alla sua altezza”. Poi ammette: “Non ho mai avuto la mentalità per essere il numero uno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy