Le mille sfide di Dan Friedkin per il 2021. Dal nuovo stadio al bilancio in rosso

Il presidente della Roma sta per abbracciare Tiago Pinto. Poi mercato, rinnovi e conti

di Redazione, @forzaroma

Il 2021 sarà il primo anno solare che i Friedkin vivranno fin da subito con la maglia della Roma addosso, da presidenti del club giallorosso. Come scrive oggi Andrea Pugliese su “La Gazzetta Dello Sport”, dentro a quest’anno qui ci saranno tante cose, mille sfide e magari anche qualche opportunità importante.

Tra conti e costi Dan e Ryan hanno chiuso il 2020 immettendo altri 40 milioni nelle casse giallorosse, arrivando così ad un totale investito di 132,6 milioni di euro. Ma i versamenti durante l’anno aumenteranno, visto che entro il 31 dicembre prossimo bisogna completare l’aumento di capitale da 210 milioni deliberato lo scorso anno. In più bisognerà cercare il prima possibile di abbassare l’indebitamento netto finanziario consolidato che a livello adjusted ha toccato la cifra di 390,4 milioni di euro.

Poi ci sarà da dare un’impronta definitiva alla struttura societaria. L’arrivo previsto in questi giorni di Tiago Pinto è il punto di partenza, esattamente come l’inserimento di un nuovo dirigente come Stefano Scalera. Ma poi proprio Pinto si dovrà occupare anche della costruzione della squadra del futuro. Ad iniziare dai rinnovi contrattuali, Fonseca in primis.

E poi ci sarà da chiarire la questione dello stadio. Tor di Valle resta sempre più avanti rispetto alle altre ipotesi, ma non è un mistero come i Friedkin preferirebbero avere in dote il Flaminio e come stiano studiando anche soluzioni alternative.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy