L’avversario peggiore per ripartire? Meglio così…

L’avversario peggiore per ripartire? Meglio così…

Per una volta una bella partita può valere quanto un punto. La Roma ha urgente bisogno di conoscere il proprio valore

di Redazione, @forzaroma

Tutto si può dire della Champions della Roma, ma non che sia ordinaria. Reduce dalla doppia sfida con Barcellona (grande illusione) e Liverpool (tremendo rimpianto), ecco che Di Francesco ricomincia da tre. Dal terzo grande avversario di fila, anche se non ci sono più Ronaldo e Zidane. Sarà quella entusiasmante che ha messo al tappeto Messi e sfiorato l’impresa contro Salah, oppure la versione recente, sbiadita e confusa sia come collettivo sia individualmente? Non c’era avversario peggiore per ricominciare, quindi meglio così. Meno da perdere. Rispetto a Barça e Liverpool, questa non è una partita “dentro o fuori”, c’è tempo per recuperare. Per una volta una bella partita può valere quanto un punto. La Roma ha urgente bisogno di conoscere il proprio valore. Il Real, come hanno spiegato la Juve al Bernabeu, e l’Atletico in Supercoppa, non è invincibile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy