Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

La puntura di José? Per rispondere Sarri vuole il bis della Lazio in campo

Getty Images

Il tecnico biancoceleste cerca la prima vittoria di prestigio da quando la sua squadra ha cambiato registro. Unico dubbio di formazione sugli esterni con Lazzari e Marusic in pole. Allerta per l'ordine pubblico

Redazione

Il derby come possibile spartiacque della sua stagione. Da un po’ di tempo Maurizio Sarri sente la Lazio più sua. Nel gioco, nell’atteggiamento e pure nei risultati. È mancato però il risultato a effetto. È vero, Sarri il derby lo ha già vinto all’andata, ma quella non era ancora la sua Lazio. Nella stracittadina di settembre - sottolinea Stefano Cieri su 'La Gazzetta dello Sport' - si vide una squadra molto più figlia di Inzaghi di quanto non lo fosse di Sarri. Che cerca quindi un bis (riuscito soltanto a Eriksson al primo anno sulla panchina biancoceleste) che sentirebbe molto più suo e che consentirebbe di spostare l’indice della stagione laziale in territorio positivo. Anche perché, oltre alla supremazia cittadina, la Lazio avvicinerebbe il traguardo di una qualificazione alla prossima Europa League.

La squalifica di Zaccagni semplifica le scelte di Sarri in avanti, dove il tridente sarà composto da Felipe Anderson, Immobile e Pedro. Nessun dubbio pure a centrocampo, col trio Milinkovic-Leiva-Luis Alberto. In difesa la coppia centrale sarà formata dagli azzurri Luiz Felipe e Acerbi, mentre sulle fasce quattro giocatori si giocano due posti. Lazzari e Marusic sono favoriti su Patric e Hysaj, ma la decisione sarà presa solo all’ultimo momento. Per l'ordine pubblico c'è però allerta per la possibile presenza di tifosi stranieri filo-Putin: rafforzati i controlli.

Il derby come spartiacque anche per una schiarita sul versante del rinnovo contrattuale. La trattativa per il prolungamento dell’accordo con Sarri riprenderà la prossima settimana in occasione della sosta di campionato. Il buon esito della stessa non dipende dal derby, ma un risultato positivo nella stracittadina agevolerebbe le cose. Un nuovo accordo, che sposti al 2025 l’attuale scadenza fissata al 2023, è in ogni caso possibile. Più che di soldi bisognerà parlare di programmi, di investimenti da fare e acquisti da operare. Sarri e Lotito hanno già cominciato a farlo nei giorni scorsi, ma è a partire dalla prossima settimana che la trattativa entrerà nel vivo.