La prima del Bologna condanna i giallorossi

La prima del Bologna condanna i giallorossi

I rossoblù si sbloccano in A con le reti d’esordio di Mattiello e Santander. Roma: tiri e possesso, ma troppa prevedibilità

di Redazione, @forzaroma

Federico Mattiello con il suo primo gol in Serie A ufficializza la crisi della Roma e tira fuori una squadra e una città dalla depressione. Come riporta “La Gazzetta dello Sport”, nella sfida tra due malati, si alza dal letto quello che sembrava il più grave. I capovolgimenti che non t’aspetti. Il Bologna dipinto brutto come pochi, che fino a ieri aveva raccolto un solo punto in 4 gare (col Frosinone) senza mai provare la gioia del gol, ne segna 2 a una grande che non riusciva a battere da oltre 5 anni e mezzo (Milan-Bologna 0-1).

La Roma non perdeva 3 trasferte di seguito (Champions inclusa) dal 2013, ai tempi di Zeman. E ha incassato 4 gol nelle 2 ultime uscite in A, tanti quanti nelle precedenti 11. Dati più che preoccupanti, per tacere del pari in casa col Chievo. I problemi della Roma sono chiari. Tira più di tutti in A e raccoglie molto meno di quanto semina. Imprecisione, manovra lenta e conclusioni scontate, e pure iella. Cercasi Dzeko disperatamente, a secco ancora. Ha sbagliato un paio di ghiotte occasioni, una a un passo da Skorupski. Alla fine la Roma ha avuto un possesso palla di oltre il 70%. Ma i guai sono in fase di non possesso: i meccanismi difensivi sono fragili, la squadra non regge le ripartenze: si trova sbilanciata e non ha i tempi di recupero.

(F. Licari)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy