La palla non rimbalza in più zone del campo? Match da sospendere

La regola è chiara: si sospende «quando il pallone non rimbalza o galleggia in più zone del terreno o quando le pozzanghere impediscono la regolare segnatura». La scelta resta comunque di esclusiva competenza dell’arbitro

di Redazione, @forzaroma

Le parole di Garcia ieri a fine gara e le proteste del francese per non far disputare il match tra Bologna e Roma fanno sorgere spontanea la domanda, scrive oggi “La Gazzetta dello Sport”: Quando una partita non deve disputarsi o va sospesa per impraticabilità del campo?

Lo spiega la regola numero 1 che ricorda come la scelta «è di esclusiva competenza dell’arbitro». Scendendo nel particolare e prendendo in esame la pioggia come possibile causa di impraticabilità, le disposizioni recitano: «quando il pallone non rimbalza o galleggia in più zone del terreno o quando le pozzanghere impediscono la regolare segnatura».

Ieri l’arbitro Rocchi non ha mai testato il rimbalzo del pallone (e vuol dire che i 2 capitani non hanno avanzato richieste in tal senso), ma specie nel secondo tempo il pallone più che rimbalzare schizzava in ogni parte del campo…

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. encat - 5 anni fa

    Sì vabbè,continuiamo a cercare scuse…
    Il Bologna ha fatto la partita del secolo,il campo non era lo stesso anche per loro?
    La realtà è che questa squadra ieri ha dimostrato di non essere da scudetto,al di là del campo di patate,un approccio completamente sbagliato,sembrava che a lottare x lo scudetto fosse il Bologna
    E ancora una volta la nostra difesa ha fatto la fortuna degli avversari,questo è il vero problema,altro che pozzanghere

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy