Kalinic, dalla gioia strozzata alle nuove chance

Kalinic, dalla gioia strozzata alle nuove chance

Dopo il gol annullato contro il Cagliari sostituirà l’infortunato Dzeko e avrà l’occasione di scacciare lo scetticismo

di Redazione, @forzaroma

Non ha creduto ai suoi occhi, Nikola Kalinic, quando ha visto davanti a sé la porta spalancata del Cagliari con Olsen in terra: non doveva far altro che spingere il pallone che avrebbe regalato alla Roma tre punti fondamentali e a lui una gioia che non provava da tempo, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”. Lo ha fatto, l’attaccante croato, ed è corso ad esultare sotto la Curva, pronto a raccogliere l’abbraccio dei suoi tifosi. La sua gioia è però durata pochi minuti, quelli che ci ha messo l’arbitro Massa a decidere di annullare il gol. Una felicità strozzata per l’attaccante arrivato per fare il vice-Dzeko, ma che aveva segnato proprio sfruttando un assist del bosniaco, con la consapevolezza che per lui di spazio a disposizione ce ne sarebbe stato poco.

Adesso, però, tocca a lui. Perché dopo la sosta, con Dzeko ai box per un paio di partite (almeno), Kalinic avrà la possibilità di far cambiare idea agli scettici. Per meritarsi la conferma dovrà cominciare a dare qualcosa in più rispetto a quanto non abbia fatto finora. Nikola avrà 15 giorni per migliorare l’affinità con la squadra. Poi per lui e per la Roma ci sarà la settimana della verità: prima la gara con la Sampdoria, poi quella con il Borussia e infine di nuovo campionato contro il Milan, cioè la squadra che sognava da bambino e con cui voleva fare il grande salto in Italia. A San Siro, anche per colpe non sue, ha fallito, all’Olimpico avrà adesso l’occasione per cambiare la storia. La sua e quella della Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy