Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

Juve, è già 2023: Zaniolo-Di Maria opzioni in attacco

Getty Images

Allegri, Cherubini e Arrivabene dovranno decidere assieme ad Agnelli e Nedved come costruire la nuova rosa

Redazione

Juve-Inter ha abbassato la saracinesca sul sogno scudetto 2022 e subito spalancato il portone sul 2023, portato di peso al centro del palcoscenico, scrive Luca Bianchin su La Gazzetta dello Sport. Allegri alla fine del derby d’Italia ha detto che la Juve deve puntare al prossimo scudetto e la dichiarazione, per quanto scontata, rivela una chiara indicazione societaria. Le riflessioni a casa Juve sono in corso da tempo ma aprile sarà il mese dell’accelerazione. Allegri, Cherubini e Arrivabene dovranno decidere assieme ad Agnelli e Nedved come costruire la nuova Juve.  E, prima di affrontare possibili arrivi e partenze, è meglio ribadire le certezze di aprile. La prima: la principale esigenza è trovare il sostituto di Dybala.  La Juve del futuro sarà costruita intorno a Dusan Vlahovic, perno non discutibile. Vicino a lui, Federico Chiesa, in cui la Juventus crede come prima dell’infortunio. Qual è il giocatore da affiancare a un centravanti fisico e tecnico come DV e a un ragazzo di strappi come Fede? Meglio un altro attaccante rapido per un tridente iper-atletico? Oppure un esterno più tecnico, più simile a Dybala? Per la prima opzione, il candidato è chiaro: Nicolò Zaniolo. La Juve ha già incontrato il suo agente, non avrà problemi a incassare il sì di Nicolò ma dovrebbe convincere la Roma. E un’offerta per un prestito con obbligo di riscatto, alla Locatelli, sembra la strada più logica. Per la seconda opzione, attenzione ad Angel Di Maria, in scadenza di contratto con il Psg. Tra i parametri zero per l’attacco è uno dei più seguiti dalla Juve. Come lui, Ousmane Dembélé, che ha nove anni in meno ma decisamente meno affidabilità dal punto di vista caratteriale (oltre a richieste per lo stipendio che, negli ultimi anni, hanno fatto impallidire dirigenti in Italia e in mezza Europa).