Inter 2 volte avanti e 2 volte raggiunta, ma la Roma reclama e Spalletti anche… show e polemiche

Inter 2 volte avanti e 2 volte raggiunta, ma la Roma reclama e Spalletti anche… show e polemiche

Alla Var sfugge un rigore su Zaniolo e subito dopo Keita segna l’1-0. Il primo pareggio giallorosso di Under e il secondo di Kolarov, dopo il 2-1 di Icardi

di Redazione, @forzaroma

Ha perso la Var, non ha vinto nessuno. Il protocollo dica quello che vuole, il buon senso non sa spiegarsi perché Rocchi non abbia rivisto lo sgambetto di D’Ambrosio a Zaniolo. L’Inter recrimina per una spallata di Manolas su Icardi, nel finale e, dando l’impressione di essere più forte, non ha saputo chiudere il match. Di Francesco, scrive La Gazzetta dello Sport, ha saputo guidare la reazione della Roma di cambio in cambio.

Spalletti lascia fuori Politano e Vecino e dà spazio a Keita e Borja Valerio, che significa 4-3-3 e non 4-2-3-1. Il 61% di possesso alla fine del tempo dimostra che il piano è riuscito. Questa Roma, travagliata dalle polemiche e dalle sconfitte, accetta di lasciare il pallone agli altri e si dispone con l’umiltà dei convalescenti: linee strette e Zaniolo a caccia continua dell’ideologo Brozo. I giallorossi scricchiolano dal lato di Santon, ma si affacciano con continuità e colpiscono il palo con Florenzi. Due parate di Olsen su Icardi e Keita riequilibrano le occasioni.

Tra il 36’ e il 37 passa la storia del match. D’Ambrosio, in area, allarga la gamba per cercare il pallone, ma trova il piede di Zaniolo. Pare rigore, non per la Var che evita a Rocchi la passeggiata allo schermo. Sul ribaltamento di fronte Joao Mario fa correre D’Ambrosio che crossa: Keita irrompe e fa 1-0. Nel secondo tempo arriva il pareggio di Under, con un tiro splendido. Al 21′ della ripresa Icardi riporta avanti i suoi, con l’ottavo sigillo stagionale. Un errore. Vecino entra solo a 10’ dal termine, con Lautaro, quando però Kolarov ha già imbucato il rigore del definitivo 2-2, il primo del campionato giallorosso. Forse non è un caso che il fallo di braccio l’abbia commesso proprio Brozovic, il più stremato. Un punto per uno. Ha perso solo la Var.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. romaugusta - 1 anno fa

    un giornale di Milano nell’analizzare una partita in cui è coinvolta une delle milanesi non può essere (volutamente o inconsapevolmente)preciso al 100%.Infatti:non si fa cenno al netto fallo su Zaniolo in occasione dell’azione da cui scaturisce il gol di Keita (spinta a due mani) e le paratone di Handanovic sono state dimenticate nel pc del giornalista!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy