Il vangelo di Fonseca: “Voglio una Roma unita e ambiziosa”

Il vangelo di Fonseca: “Voglio una Roma unita e ambiziosa”

Grazie al tecnico portoghese, si punta al vertice. Pallotta: “Che bravo”. E adesso tornano tanti big…

di Redazione, @forzaroma

Il 20 maggio 2018, chi avrebbe mai potuto immaginare che per rivedere la squadra giallorossa al terzo posto si sarebbe dovuto aspettare quasi un anno e mezzo? In questi 18 mesi, d’altronde, è successo di tutto. In panchina si sono alternati tre allenatori; Francesco Totti e Daniele De Rossi sono andati via sbattendo la porta, il d.s. Monchi ha divorziato duramente dal presidente Pallotta; idoli della gente come Alisson, Nainggolan e Manolas sono stati ceduti e il vicepresidente Baldissoni è uscito dalla gestione sportiva per occuparsi del nuovo stadio. Insomma, un vero terremoto, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport”.

In questo contesto, il lavoro di Paulo Fonseca finora è stato straordinario. Rispetto allo scorso campionato, i giallorossi hanno 6 punti in più, frutto di 2 gol in più realizzati e 2 in meno subiti. Il tutto, dovendo aver a che fare con un’emergenza infortuni che in certe partite ha privato l’allenatore persino di 8 giocatori.

La capacità di dialogo di Fonseca è stata una delle armi vincenti. Prima nel convincere alcuni calciatori a scegliere di restare o venire a Roma (Dzeko, Veretout e Smalling lo hanno ammesso pubblicamente), poi nello stimolarli a fare meglio. Un capitolo a parte meriterebbe il decollo di Zaniolo: col portoghese il feeling è stato immediato e la risposta del giocatore incisiva ai massimi livelli. E allora, dopo il purgatorio, potrebbe arrivare presto il paradiso. Under è già tornato in campo, Diawara e Mkhitaryan lo faranno dopo la sosta e Pellegrini a fine mese. E se Zappacosta si vedrà solo a fine stagione, nel sacco della Befana ci saranno anche Kalinic e Cristante. E se Pallotta lo ha già benedetto (“Mi piace quello che fa”), Fonseca mette le mani avanti: “Il gruppo ha capito che si fa bene solo restando uniti, ma attenzione: non abbiamo ancora vinto niente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy