Il ritorno di Zaniolo. E’ pronto per allenarsi: Roma e Italia, comincia la rincorsa

Oggi il test per l’idoneità post Covid, da domani a Trigoria. E apre la battaglia legale sui gossip

di Redazione, @forzaroma

A circa cinque mesi dall’ultimo infortunio al legamento crociato, Zaniolo può finalmente tornare a correre sul campo. Come scrive Massimo Cecchini de La Gazzetta dello Sport, oggi il numero 22 si sottoporrà alla visita di idoneità dopo aver avuto il Covid; ieri l’esito dell’ultimo tampone, dove è risultato non contagioso. Se il ginocchio risponderà bene alle prime vere sollecitazioni, il lavoro differenziato non dovrebbe durare a lungo, perché ai primi di marzo il dottor Fink verrà a Roma per l’ultimo controllo. Con il suo via libera, a quel punto Zaniolo potrà tornare in gruppo e cominciare il conto alla rovescia, che lo dovrebbe riportare a giocare ad aprile. Si spera, in tempo per sprintare su tutto: campionato, Europa League (se la squadra giallorossa andrà avanti) e soprattutto l’Europeo, per la gioia del c.t. Mancini, che lo aspetta a braccia aperte.

Ora che anche la famiglia sta superando il Covid, chi gli è vicino racconta come Nicolò stia ritrovando sempre di più la serenità. Non ha fatto piacere scoprire sul web che il figlio atteso dall’ex compagna Sara Scaperrotta sarà un maschio e, secondo quanto riportato, si dovrebbe chiamare Tommaso. Così, dopo le diffide a parlare di lui e della sua famiglia, oggi Nicolò e sua mamma Francesca faranno un’azione legale – condotta dall’avvocato Antonio Conte – contro un sito e un settimanale che, a loro dire, avrebbero procurato ad entrambi dei danni d’immagine. L’eventuale risarcimento richiesto al tribunale sarà dato in beneficienza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy