Il rinnovo di De Rossi e l’eredità Monchi: il colloquio d’addio fra Pallotta e Massara

L’attuale ds del Milan potrebbe tornare in giallorosso per la terza volta, dopo aver salutato per alcune divergenze con il presidente

di Redazione, @forzaroma

Poteva essere un Grande Amore, e forse lo potrebbe essere ancora. Il soggetto di questa microstoria di seduzione e abbandono, è Frederic (Ricky) Massara, attuale ds del Milan, assai legato a Paolo Maldini e pronto, si dice, a seguire il suo destino in caso di divorzio dai rossoneri. Ma questo è solo futuro, mentre la sfida col Milan di oggi riporta a galla il passato, quello giallorosso. Nel 2011 – racconta Massimo Cecchini su ‘La Gazzetta Sportiva’ – Massara sbarcò alla Roma come braccio destro di Walter Sabatini, nel 2016 lo ha seguito all’Inter. Poi strade divise, Massara torna in giallorosso col ruolo di segretario generale, pronto ad assistenere Monchi sul mercato prima di ritrovarsi ds romanista dopo l’addio dello spagnolo.

Vista la stima di cui gode, nel casting per la successione, quindi, c’era anche lui, che fu convocato a Boston da Pallotta per il colloquio decisivo. Il presidente, però, scelse diversamente per alcune divergenze di fondo, come la proposta di rinnovo a De Rossi non gradita da Pallotta o la difesa di alcune delle scelte di Monchi, considerato il gran colpevole dei problemi economici dal patron americano. Ma potrebbe non essere finita, dal momento che Massara gode ancora di grande stima a Trigoria, vedi Baldini, e in caso di arrivo di Friedkin potrebbe tornare a pensare a lui per il ruolo di ds.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy