Il paradosso di Niang: prima giù la maschera, adesso la mascherina

Il senegalese del Torino si è fratturato il naso, ma non si arrende: con la protezione può giocare a Roma

di Redazione, @forzaroma

Si è fermato M’Baye Niang. L’attaccante senegalese del Torino ha rimediato una contusione al naso: il consulto immediato ha evidenziato una rottura delle ossa nasali e stamattina l’ex rossonero verrà operato dal professor Libero Tubino per la riduzione della frattura presso l’ospedale di Chivasso, scrive Fabrizio Turco su “La Gazzetta dello Sport”. Da domani, Niang potrebbe già tornare ad allenarsi con il resto della squadra, ma con l’ausilio di una mascherina protettiva. Poi, in vista dell’anticipo di venerdì sera a Roma, non è affatto escluso che l’attaccante venga convocato: all’Olimpico potrebbe essere utilizzato con una protezione analoga a quella utilizzata da De Silvestri dopo l’incidente al naso subito nel finale di gara di Marassi contro la Samp.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy