Ibanez, ecco il leader brasiliano sulle tracce di Aldair

L’ex dell’Atalanta ha stregato Fonseca, che è pronto a dargli più spazio nella Roma. E a tanti ricorda “Pluto”

di Redazione, @forzaroma

La difesa della Roma, in questo momento, vede un solo titolare lavorare con Fonseca e il suo staff e cioè Roger Ibanez, scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport.

L’ex Atalanta, meteora nei primi mesi della sua avventura romanista e punto fermo dopo il lockdown, ragazzo maturo in attesa della sua prima figlia (che si chiamerà Antonella) nonostante la giovane età (22 anni a novembre), sa che la stagione al via tra meno di tre settimane sarà, per lui, quella della verità.

Qual è il vero Ibanez: quello che si allenava ma non giocava con l’Atalanta o quello che nella Roma è titolare? Leader in ascesa A Trigoria lo definiscono come un ragazzo che ama prendersi le responsabilità, in campo e fuori.

La Roma ci ha puntato quasi più per le referenze che per il rendimento in Italia, visto che a Bergamo è sceso in campo appena due volte. In giallorosso, invece, da quando è ripreso il campionato, ha giocato 10 partite (compresa quella di Europa League contro il Siviglia), saltando solo quella con il Milan per scelta tecnica e quelle contro Spal e Fiorentina per un problema fisico. Poi, non potendo tornare a casa in Brasile, si è rilassato in Sardegna con la fidanzata e la famiglia di Juan Jesus, tornando a Roma in anticipo per allenarsi subito, andando a correre in compagnia del padre per farsi trovare subito pronto alla ripresa. Paragoni eccellenti Ai tifosi un po’ più grandi ricorda, con tutto il rispetto e le differenze del caso, il primo Aldair, a quelli un po’ più giovani ricorda invece Marquinhos, che adesso fa (anche) il regista, e con ottimi risultati al Psg ed è stato determinante nella finale raggiunta dai parigini in Champions.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy